26 giugno 2019

Il Dipartimento di Stato USA denuncia abusi e torture in Cina

Al Paese asiatico è dedicata la sezione più ampia nel rapporto annuale sulla libertà religiosa, che condanna la tortura di uiguri, Falun Gong, Chiesa di Dio Onnipotente e altri. Il media più citato? Bitter Winter

di Massimo Introvigne 24/06/2019 
(articolo ripreso dalla rivista "Bitter Winter") *

La Cina, per i credenti il Paese peggiore – La metodologia del rapporto: Bitter Winter, una fonte affidabile – Uiguri e altri musulmani – Le Chiese domestiche cristiane – I cattolici – Gli xie jiao – La Chiesa di Dio Onnipotente – Il Falun Gong – I tibetani e gli altri buddhisti, i taoisti – I rifugiati: la Corea del Sud

La Cina, per i credenti il Paese peggiore
Il 21 giugno il Segretario di Stato Mike Pompeo e l’ambasciatore degli Stati Uniti per la libertà religiosa nel mondo Sam Brownback hanno presentato l’annuale Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo 2019, stilato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America e riferito all’anno 2018. Pompeo ha indicato la Cina, insieme all’Iran, come il luogo peggiore del mondo per chi appartenga a una religione minoritaria, «dal momento che le minoranze religiose sono considerate minacce alla sicurezza nazionale, tali da guadagnarsi sorveglianza, arresti e talvolta la morte».
Ma, mentre l’Iran vessa chi non è musulmano, la Cina perseguita tutte le religioni. Solo le cinque religioni approvate dallo Stato, spiega il rapporto, sono «ufficialmente autorizzate a svolgere attività religiose», ma anche in questo caso con delle limitazioni. In realtà, come spiega la sezione riservata alla Cina, la più ampia e ricca di dettagli dell’intero rapporto, nel 2018 «sono proseguite le denunce di decessi avvenuti durante lo stato di fermo e si sono susseguite notizie di torture, abusi fisici, arresti, detenzioni, condanne alla prigione o vessazioni di fedeli sia dei gruppi registrati sia di quelli non registrati da parte del governo, e questo a causa di attività legate al credo e alle pratiche religiose». In Cina, «chi si dedica ad attività religiose non autorizzate è soggetto a sanzioni penali e amministrative».

24 giugno 2019

Vendetta o Perdono?

La ragione per cui Dio non punisce anche se può vedere un nemico e avere la spinta ad ucciderlo e vendicarsi, è che sta pensando ai genitori, alla moglie e ai bambini del suo nemico, i quali tutti lo amano. Quando capisci veramente un tale cuore di Dio, potresti vendicarti del tuo nemico? Quando conosci tutte queste cose andresti anche tu ad aiutare quella persona. In questo modo ci si avvicina alla Grande Via del Principio Celeste, quella Grande Via che cerca di abbracciare tutto incentrata sull'amore. Quando ciò accadrà, la terra sarà scossa e indurrà persino Dio a versare lacrime. Esclamerà: “Mi assomigli davvero. Quanto sono felice!”
Ecco come dovremmo capire l'insegnamento di amare il nemico. La fonte di tale potere di amare il tuo nemico non è né conoscenza, né denaro, né potere terreno. È solo il vero amore. 
Sun Myung Moon 30 marzo 1990

La cooperazione interreligiosa e internazionale è essenziale per la pace mondiale
Il mondo è pieno di conflitti ideologici e religiosi / culturali. La Guerra Fredda fu un grande conflitto con origini ideologiche. Oggi siamo coinvolti in quello che è stato definito lo scontro di civiltà o scontro culturale. Sembra che le differenze culturali, radicate nella religione, possano diventare la causa principale delle guerre.
Le lotte irrisolte in Medio Oriente e le attuali guerre contro il terrorismo hanno radici religiose. È quindi imperativo che per risolvere i conflitti politici, dobbiamo affrontare la componente religiosa e lavorare per ottenere una cooperazione interreligiosa e internazionale.

22 giugno 2019

La non violenza del Mahatma Gandhi


Con un lungo corso di disciplina interiore, ho smesso da oltre quarant'anni di odiare qualcuno… Ma posso odiare il male ovunque esista. Odio il sistema di governo che il popolo britannico ha creato in India… Odio dal profondo del mio cuore l'orribile sistema di intoccabilità...
Possiamo solo conquistare l'avversario con l'amore, mai con l'odio. L'odio è la forma più sottile di violenza.
Se io sono un seguace di ahimsa, devo amare il mio nemico.
Mahatma Gandhi

Avendo gettato via la spada, non c'è altro che il calice dell'amore che posso offrire a coloro che si oppongono a me. È offrendo quella coppa che mi aspetto di attirarli vicino a me.
L'amore è la forza più potente che il mondo possiede e tuttavia è la più umile che si possa immaginare.
Mahatma Gandhi



21 giugno 2019

Ama il tuo nemico

“Non ci liberiamo mai di un nemico confrontando odio con odio; ci liberiamo di un nemico eliminando l'inimicizia”.
Martin Luther King, Jr


“Buttateci in prigione e vi ameremo ancora... Picchiateci e lasciateci mezzo morti e vi ameremo ancora. Ma siatene certi che vi logoreremo per la nostra capacità di soffrire. Un giorno otterremo la libertà, ma non solo per noi stessi. Faremo appello al vostro cuore e alla vostra coscienza e vi conquisteremo in questo processo e la nostra vittoria sarà doppia”.
Martin Luther King, Jr.

20 giugno 2019

La Regola d’Oro

Cosa dicono le Sacre Scritture

Un uomo dovrebbe preoccuparsi di trattare tutte le creature come lui stesso vorrebbe essere trattato.
Jainismo, Sutrakritanga 1.11.33

Non ci si dovrebbe comportare con gli altri in un modo che è sgradevole a noi stessi. Questa è l'essenza della moralità. Tutte le altre attività sono dovute al desiderio egoistico.
Induismo, Mahabharata, Anuasana Parva 113.8

Tsekung chiese: “C'è una parola che può servire come principio di condotta per la vita?” Confucio rispose: “È la parola shu - reciprocità: non fare agli altri ciò che non vuoi che gli altri facciano a te”.
Confucianesimo, Analects 15.23

Hillel gli disse: ciò che ti è odioso, non farlo al tuo prossimo: questa è l'intera Torah; tutto il resto è un commento; vai e impara.

Ebraismo, Talmud, Shabbat 31°

Nessuno di voi è un credente finché non ama per suo fratello ciò che ama per se stesso.
Islam, Quaranta Hadith di un -Nawawi 13

Confrontarsi con gli altri in termini come - proprio come lo sono io, così lo sono loro, come lo sono loro lo sono anch'io - non si dovrebbe uccidere né causare la morte degli altri.
Buddismo, Sutta Nipata 705

Qualunque cosa tu desideri che gli uomini facciano a te, fallo anche te a loro.
Cristianesimo, Matteo 7.12

19 giugno 2019

La Radice del Conflitto - La caduta umana

Cosa dicono le Sacre Scritture*

Mitologia greca - Pandora, la prima donna, aprì il vaso e lasciò sfuggire una moltitudine di pestilenze.

Scritture indù - Brahma assume una forma umana ed è sollecitato dalla moglie a ottenere un fiore dal sacro albero di fico sperando di ottenere l'immortalità - viene poi maledetto da Siva.

Tradizione del Mohawk - Ogni persona ha sia un cuore cattivo sia un cuore buono. Non importa quanto un uomo sembri buono, ha pure qualche malvagità. Non importa quanto malvagio un uomo possa essere, c’è sempre qualcosa di buono in lui.

Scritture persiane - il primo uomo e donna, Meschia e Meschiane furono sedotte da Ahriman, sotto forma di un serpente, e commisero il peccato carnale che poi contaminarono tutti i loro discendenti.

Buddismo - Mara, il Malvagio esporrà al bodhisattva una contraffazione del sentiero.

Talmud - Cosa stava contemplando il serpente malvagio in quel momento? Pensò: “Andrò e ucciderò Adamo e sposerò sua moglie, e io sarò il re del mondo”.

Sacro Corano: “O figli di Adamo! Non lasciate che Satana vi seduca nello stesso modo in cui ha spinto fuori i vostri genitori dal Giardino, spogliandoli dei loro vestiti per esporre le loro parti intime”.

Bibbia - Adamo ed Eva mangiano dall'Albero della Conoscenza nel Giardino dell'Eden, si nascondono da Dio e coprono la loro nudità.

Dove impariamo il Vero Amore? 

La nostra Scuola del Vero Amore dovrebbe essere la nostra famiglia. I nostri primi insegnanti sono i nostri genitori.

La Scuola dell’amore - nutrire cuore e carattere, il terreno di addestramento principali per le relazioni.

La Scuola di Etica - la base delle norme sociali.

La Scuola per buoni cittadini: l'empatia inizia con la madre e il bambino, il comportamento antisociale scaturisce da problemi familiari.
La Fondazione per la Pace.

* Ripreso da World Scripture

18 giugno 2019

Concerto presso la Basilica di San Alfonso de Liguori


L'Associazione Culturale il Cibo e L'Arte

PROMUOVE


Concerto presso la Basilica di San Alfonso de Liguori

All'Arpa
La Professoressa Stefania Tacchini
(Teatro dell'Opera di Roma)

Al Violino
Il Maestro Tonin Xhanxafili

Con la partecipazione straordinaria
del Professore Antonio Saccà
nell'esecuzione dell'Ave Maria di Gounod
E la presentazione del suo libro
"Le Memorie dei Ricordi"
Armando Editore

Martedì 25 Giugno 2019
Ore 19:00
Basilica San Alfonso de Liguori
Via Merulana, 26 Roma


PROMEMORIA PER L'ITALIA

di ANTONIO SACCÀ

Non so quanto possa servire quel che ora scrivo ma ritengo che il nostro Paese stia in una condizione difficilissima e che qualche conseguenza non positiva avverrà e si ripercuoterà sulla popolazione. Il Paese è in condizioni economiche lugubri, c’è bisogno di denaro e non si sa da dove trarlo. Dico: trarlo perché non si compie l’atto più naturale, quello di accrescere il lavoro, produrre di più. La ricchezza deriva dalla collocazione appropriata dei capitali e dalla quantità di lavoro, i marchingegni monetaristi non accrescono la ricchezza, voglio dire che se si attuassero misure come ad esempio prendere qualche cosa dai conti bancari, dalle cassette di sicurezza questo non sarebbe un ampliamento di ricchezza anche se lo Stato riceverebbe del denaro. Fondamentale è aumentare la ricchezza e la ricchezza si aumenta lavorando maggiormente. Vi sono una infinità di modi per generare ricchezza, ad esempio, lavorare nelle case abbandonate dandole a chi le restaura, così le campagne, utilizzare i pensionati per assistere i bambini o altri anziani in difficoltà di salute, creare imprese di lavoratori proprietari dell’impresa a cui affidare imprese fallite o che fuggono all’estero, far lavorare i carcerati, stabilire un rapporto molto più attivo tra scuola e

17 giugno 2019

Scuola di lingua serba” Sveti Sava” a Vicenza

di Rada Rajic Ristic
Da cinque anni il Ministero dell'istruzione della Serbia ha avviato un progetto di insegnamento della lingua serba e del cirillico nel Vicentino. Gli alunni sono bambini e ragazzini serbi nati in Italia, che una volta all'anno si recano in Serbia e non sono in grado, come i loro coetanei nati in Serbia, di esprimersi nella propria madre lingua. Nel timore che l'assimilazione prenda la rincorsa, il Ministero ha deciso di finanziare questo progetto di mantenimento della propria madre lingua.
L'insegnante Ivana Marjanovic, che è stata nominata dal Ministero dell'istruzione, da quattro anni vive a Vicenza e insegna presso la scuola di lingua serba; da lei abbiamo appreso quanto sia importante questo progetto e lei ci ha rivelato: “I bambini nati fuori dai confini della Serbia hanno questo disagio che non sono in grado di comunicare con i propri nonni quando arrivano in patria, perché sono quasi estranei, per il semplice fatto che non sono padroni della propria lingua. Questo, purtroppo, non è solo il problema dei bambini serbi nati in Italia, ma anche di bambini nati in altri paesi della Comunità Europea.

16 giugno 2019

L’Ideale di un mondo di Pace

Vivere per lo scopo degli altri

La Pace è radicata nel principio e pratica di vivere per il bene degli altri. 
Cosa dicono le sacre scritture:
Quando io lavoro in questo modo per il bene degli altri, non lascerò che la presunzione o (il sentimento che io sono) meraviglioso sorga. È come nutrire me stesso – senza sperare niente in ritorno
Buddismo, Shantideva, Guida al modo di vita del Bodhisattva 8.112-16

Nessuno di voi è un credente fino a che l‘amore per suo fratello non è l‘amore che ha per se stesso.
Islam, 40 Hadith di an-Nawawi 13

Disse Hillel, “Sia il discepolo di Aaron – uno che ama la pace, che ama l‘umanità, e le porta vicino alla legge”. Giudaismo, Mishnah, Abot 1.12

Quando una persona risponde alle gioie ed ai dolori degli altri come se fossero i suoi, lui ha raggiunto lo stato più alto di unione spirituale. Induismo, Bhagavad Gita 6.32

Voi amerete il Signore Vostro Dio con tutto il Vostro cuore, con tutta la Vostra anima e con tutta la Vostra mente. Questo è il più grande comandamento. Ed il secondo è come il primo, amerete il vostro prossimo come voi stessi. Su questi due comandamenti dipende tutta la legge ed i profeti. Cristianesimo, Matteo 22. 36-40

Un elemento principale per la pace mondiale trova le sue fondamenta nella famiglia. Filosofi e sociologi sono stati a lungo affascinati dall'impatto della famiglia sulla società. La sociologa Brigitte Berger sottolinea che la famiglia è l'elemento base più elementare su cui poggiano tutte le altre forme sociali. “I sistemi familiari”, scrive, “forniscono le basi da cui... nascono cultura e civiltà. La famiglia è l'istituzione che crea cultura per eccellenza”. Poiché una società civile si basa sulle virtù apprese nella famiglia, Berger invita le persone a riconoscere “l'importanza singolare della famiglia nella formazione della civiltà”.

La famiglia è destinata ad essere la prima scuola dell'amore. È nella famiglia che vengono apprese le virtù personali e pubbliche più basilari. Quindi la famiglia è il fondamento essenziale di tutte le culture. Poiché Dio ha creato l'umanità a sua immagine – “maschio e femmina li ha creati” - il ruolo dei genitori è essenziale affinché i bambini ricevano e sperimentino l'amore incondizionato di Dio. Per questo motivo, il matrimonio è un'istituzione sacra.

13 giugno 2019

Dio, il Genitore dell’Umanità


Attraverso la nostra coscienza, la nostra bussola morale che ci guida verso Dio, siamo naturalmente portati ad allinearci con gli attributi di Dio. Persone costantemente allineate alla volontà di Dio creano un mondo di compassione, un mondo di gentilezza, un mondo di giustizia e pace, tramite la piena maturazione della loro coscienza.


12 giugno 2019

I 5 punti essenziali della Universal Peace Federation (UPF)

di Giorgio Gasperoni

C’è una Causa Prima, Dio, che è il nostro genitore comune, l’origine del Vero Amore e la  Fondazione della Pace perpetua.
Gli Esseri Umani e il Cosmo che abitiamo hanno entrambi una dimensione Fisica e una Spirituale.
La Pace è radicata nel Principio e nella Pratica del Vero Amore, vivere per il bene del prossimo.
La Vera Pace perpetua ha la sua base nella Famiglia, Scuola del Vero Amore
La Pace richiede che lavoriamo per superare le barriere razziali, religiose, nazionali, e culturali che hanno storicamente diviso l’umanità. Sia la cooperazione interreligiosa che internazionale sono necessarie perché la pace sia raggiunta.

Al centro della visione della UPF c’è la consapevolezza che gli Esseri Umani sono stati creati da Dio in accordo a certi principi e leggi. 
Se gli Esseri Umani non saranno in grado di allinearsi correttamente a Dio, e non rifletteranno l’armonia e la bontà che è in Dio, non potranno raggiungere la Pace.  
Cosa dicono le tradizioni religiose al riguardo: Dio, Genitore dell’umanità, Fondazione di Pace


Ogni cosa sotto il Cielo! Considerate il Cielo come vostro Padre, la terra come vostra madre, e tutte le cose come vostri fratelli e sorelle.
Shinto. Oracolo di Atsuta

Sono il Padre e la Madre del Mondo.
Induismo – Bhagavad Gita 9.17

Voi siete i Figli del Signore vostro Dio
Giudaismo. Bibbia, Deuteronomio 14.1

Con Te come Padre, Madre, Amico, Fratello. Con te sempre presente in tutti i luoghi, Che paura posso io avere?
Sikhismo. Adi Granth, Majh M.5, p. 103

Anas e Abdullah riportarono quello che il messaggero di Dio disse: Tutte le creature [umane] sono figlie di Dio, e quelli più cari a Dio sono coloro che si curano dei suoi figli con bontà.  
Islam. Hadith di Baihaqi

Quando gridiamo Abba! Padre! È lo spirito stesso che attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio, e se figli anche eredi, eredi di Dio e coeredi di Cristo.
Cristianesimo. Romani 8.15-17

11 giugno 2019

La Memoria dei Ricordi


Il testo appena uscito di Antonio Saccà: La Memoria dei Ricordi*, è una narrazione fuggevole e senza ordine cronologico di ricordi così come vengono o come la memoria li cattura. Vi sono i compagni di scuola, gli amici infantili, i docenti, i giornali, gli editori, ma soprattutto vi è la famiglia, la madre, il padre, la sorella minore, il fratello, la sorella maggiore e vi è soprattutto il TEMPO che scandisce inizio e la fine. Ricordi spesso di dettagli minimi, quasi che l’autore consapevole che tutto sparisce, voglia conservare le minuzie sfidando il nulla. Di questo libro pubblichiamo per gentile concessione dell’Autore e dell’Editore qualche pagina.

Una brutta amicizia

Nel passare della vita, molti ci lasciano, per età o accidenti, lentamente si sfoltisce la presenza di coloro con i quali hai memorie comuni e puoi esercitare i riti del “ricordi quando”. Se non restano persone convissute, il mondo diventa estraneo, non sai a chi avvincerti, anzi i luoghi, gli oggetti mostrano la persistenza delle cose, la fugacità degli uomini, e desolano nel pensare che in quel posto sei stato con Tizio, in quell’altro con Sempronia, ed ora stai da solo. Un giorno percorrendo la Città dove abito da tanti anni fui sopraffatto scorgendo piazze, palazzi, vie e che molti posti erano stati deposito dei miei anni, e mi parlavano, mi opprimevano di sembianze. C’è tuttavia una compagnia che ci sta sempre al fianco, premurosa, esageratamente servizievole, possiamo maltrattarla, ingiuriarla, scalcagnarla, non riusciamo ad allontanarla, subisce ogni oltraggio, nessun orgoglio, nessuna ribellione, fedelissima più di un cane bastonato che ci segue dappertutto.

La natura del Nucleo oppure - Dio Esiste?


Nel corso della storia l'umanità ha riflettuto sulla questione fondamentale se Dio esiste oppure no. Ma la storia si è sviluppata fino al momento attuale senza trovare una risposta definitiva a questa domanda. Tuttavia, se Dio esiste ed è anche un Dio personale, qualunque cosa Dio possa pensare e progettare, la priorità per l’umanità è ricercare quell’ideale che è nella Sua mente. Pertanto, la domanda più basilare sulla vita dell'uomo ruota intorno alla presenza o meno di Dio e qual è la vera relazione tra Dio e l'umanità.
Considerando il quesito se Dio esista o no, per ora pensiamo filosoficamente a noi stessi, o all’ "Io". Esiste "Io" e come faccio a sapere che esisto? Storicamente i filosofi hanno espresso opinioni divergenti. Alcuni hanno affermato: "Penso, quindi sono. Non posso dubitare che dubito". Ma qual è l'origine del pensiero? Alcuni dicono che il pensiero viene dal cervello, mentre altri affermano che lo spirito dell'uomo è l'origine del suo pensiero. Ma qualunque sia l'origine del pensiero, l'uomo stesso ha un'origine separata, quindi dobbiamo considerare le due domande separatamente.

10 giugno 2019

RAPPRESENTAZIONE: IL MIO REGNO NON È…

Rappresentazione dell'atto unico del Prof Antonio Saccà Atto Unico: Il mio Regno non è... Cristo vuole disperatamente convincersi, da disperato, che se amiamo la vita la rendiamo eterna giacché l'amore sostiene in vita la vita (il contrario del buddismo, nel quale cessato il desiderio cessa la vita). Per la materia e l'articolazione dei personaggi, Giuda è antagonista, non crede che il desiderio, l'amore per la vita possano oltrepassare la vita. È il mio testo più interno alla condizione non soltanto sociale, come in Figlio e Padre, La Mente e l'Ombra, ma esistenziale. Non c'era un pubblico, c'era una folla. Recitazione con fasi dialettiche o monologhi di estrema espressività.
Attori:

Gesù Cristo: Limpido Michele
Diavolessa: Bruna Brecciaroli
Maria Madre di Gesù: Luciana D'Ovidio
Giuda: Carmelo Valente
Pietro: Giorgio Cerone
Mendicante: Carmelo Valente
Pilato: Giorgio Cerone
Voci del popolo: Cialantini Silvia, Peruzzi Silvia, Brecciaroli Bruna, D'Ovidio Luciana.

Regia e adattamento di Antonio Saccà

8 giugno 2019

Cos'è la realtà?


Il mondo scientifico di oggi è confuso su cosa sia la realtà. I pensatori dicono che dobbiamo conquistare la realtà per avanzare, ma qui nasce la confusione - che cos'è la realtà? Religiosamente e filosoficamente c'è confusione e dobbiamo chiarire questa confusione, chiarendo qual è il giusto standard da prendere. Abbiamo bisogno di filosofia e religione, ma di cosa "io" ho bisogno più di tutto? Una coscienza attiva. Per determinare la vera realtà, dobbiamo ripristinare le nostre coscienze affinché siano vere. Le persone nella storia hanno mai vissuto con delle vere coscienze? Il desiderio comune di tutti gli uomini è sempre stato quello di vivere con una vera coscienza, ma come può essere realizzato?
Una qualità importante in un codice morale è la pietà filiale. L’apprezziamo, ma che cos'è e perché dovremmo esercitarla? La pietà filiale è la fedeltà al valore immutabile della famiglia. Il figlio di pietà filiale persegue il principio di servire i suoi genitori, fratelli e sorelle, anche se non contraccambiano. La coscienza ci dice che questa è la cosa giusta da fare. Ma se non si riconosce il valore della coscienza, non si riconoscerà il valore della pietà filiale; ci deve essere un punto di partenza. La coscienza apprezza il benessere dei genitori più del proprio.

7 giugno 2019

Elezioni europee in un'epoca di populismo, disgregazione e disinformazione

di David Kilgour*

I 28 paesi membri dell'Unione Europea con una popolazione complessiva di circa 512 milioni di persone, la scorsa settimana hanno registrato la più alta affluenza di elettori in due decenni nella scelta di 751 nuovi deputati al Parlamento Europeo (MEP).

La Grande Coalizione, il Partito popolare europeo di centro destra (PPE) e i socialdemocratici di centro-sinistra hanno perso più di 70 deputati e la maggioranza a lungo detenuta. Il gruppo liberale-centrista, l'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE & R), che include il nuovo partito del presidente francese Emmanuel Macron, En Marche, ha ottenuto 32 seggi.

Nel Regno Unito, il partito Brexit, guidato da Nigel Farage, ha ottenuto il 38% dei voti, a causa del crescente insoddisfazione nei confronti dei partiti conservatori e laburisti. Un successivo sondaggio di opinione a livello nazionale, tuttavia, indica che i liberaldemocratici pro-remain stanno ora guidando gli altri tre partiti.

Il Partito dei Verdi ha registrato la sua migliore performance nelle elezioni europee, ottenendo 69 seggi, in aumento rispetto ai 50 delle elezioni del 2014. Gran parte del successo del partito è venuto dall'Europa settentrionale, tra cui Germania, Regno Unito, Irlanda e Francia, dove i giovani hanno organizzato marce efficaci che richiedono un'azione politica sostanziale sul cambiamento climatico.

6 giugno 2019

Individuo e Universalismo

di Antonio Saccà

L'individuo nasce in un luogo determinato, in una città determinata, in una regione determinata, in un paese determinato, in un continente determinato, nel mondo. Se uno di questi anelli che costituiscono la situazione dell'individuo viene a mancare la mancanza si avverte e accade una privazione che può essere accettata, oppure una reazione alla privazione. Poniamo che l'universalismo voglia spazzare tutti gli anelli precedenti e sostituirsi ad essi. Che sarebbe mai questo individuo universalizzato? Un individuo che potrebbe nutrirsi indifferentemente di carne di maiale e di pane, di verdure e di insetti, di serpenti e di cani, di pasta asciutta e di topi, un individuo che non tiene più conto delle sue tradizioni alimentari e che può egualmente assumere ogni cibo e, dal punto di vista culturale, addirittura teologico, un individuo che crede in un Dio senza connotazioni specifiche, un Dio buono per tutti e non caratterizzato da una religione specifica...

30 maggio 2019

Il mio regno non è...

Giovedì 6 Giugno 2019 alle ore 17,00
Teatro Centro Anziani, Via Filippo Meda, 147 - Roma

Antonio Saccà nel suo Atto Unico: “Il mio regno non è…” appresenta Gesù Cristo eminentemente quale uomo che invoca come rimedio alla condizione umana il vicendevole amore. Un amore che pur riconoscendo le differenze sociali, le diverse condizioni economiche, le diverse qualità degli individui riconosce anche e sopra tutto la comune appartenenza al genere umano e il bisogno, appunto, di amore per consolarci della morte e delle traversie dell’esistenza. Amore non soltanto tra gli esseri umani ma per la vita, per il sentirsi vivere, per godere la coscienza dei sensi, suoni, colori, sapori… Sfiduciato dalla inerzia degli uomini, dal poco amore che gli uomini rivolgono alla vita, Gesù li affida e si affida al Padre Dio, e considera se stesso inviato da Dio e figlio di Dio per sostenere il comando dell’amore per la vita e per il prossimo. In questa convinzione fonda la Chiesa nella quale intende sigillare che l’amore vince la morte, vince l’inerzia, dà senso e valore alla vita. La fede in Cristo e in Dio determina una riaffermazione, mediante la missione da Dio affidata al Figlio o che il Figlio ritiene a Lui affidata, dello scopo conclamato da Gesù: che gli uomini, sotto questo comando supremo amino la vita, il sentirsi vivere, la umana compagnia, il mare, il vento... La risonanza interiore, e non si inaridiscano nelle professioni, nei ruoli sociali, nella chiusura dell'anima al sentire... Un Cristo essenzialmente umano ma che non ritrae lo sguardo dal mistero dell'essere, anzi in ogni caso confida nell'amore se il mistero dell'essere non fosse risolto...  

26 maggio 2019

Causa ed Effetto


IL MASSIMO CHE UNA PERSONA RACCOGLIE è ciò che ha seminato, la credenza nella punizione divina e la dottrina del karma, sono espressioni diverse di un'idea comune: che il mondo è governato dalla giustizia. Le religioni danno diverse interpretazioni riguardo al modo specifico in cui viene soddisfatta la giustizia, per es. attraverso il proprio destino in questa vita, dalla reincarnazione o nell'aldilà. Eppure tutti sono d'accordo sul fatto che in un modo o nell'altro, sarà servita la giustizia. È inerente alla natura dell'universo, come progettato da un benevolo Creatore, che le buone azioni siano ricompensate e le cattive azioni punite. Questo è il principio di causa ed effetto.
Il principio di causa ed effetto porta lo stesso rapporto ambiguo con la Realtà Ultima come legge divina in generale. Nelle religioni orientali il principio di giustizia è inerente alla struttura del cosmo ed è quindi subordinato al fine ultimo della liberazione. Il karma e la ruota del samsara mostrano l'operazione di causa ed effetto, tuttavia questi fanno parte dell'infermità dell'esistenza umana e non hanno nulla a che vedere con l'obiettivo ultimo del Nirvana e dell'Illuminazione, dove il ciclo di rinascita è rotto. D'altra parte, le religioni monoteistiche ritraggono Dio come il giudice divino che emana punizioni sui colpevoli per mantenere la giustizia. Tuttavia, non è lo scopo del Padre celeste agire come un giudice contro i Suoi figli; piuttosto con amore e verità li guida sulla via della salvezza. Pertanto, come afferma Padre Moon, possiamo ascrivere i giudizi di Dio all'operazione della sua creazione, un cosmo che è progettato per amministrare la giustizia attraverso l’operatività della legge cosmica.

25 maggio 2019

La Forza Prima Universale è il Soggetto delle Caratteristiche duali in ogni Essere


Ad ogni livello, minerale, vegetale e animale, vediamo il sistema duale con lo stesso centro, la Forza Prima Universale. Dio dimora come soggetto di due caratteristiche in ogni essere e fornisce la l'Energia dell'Esistenza. Anche una ciocca di capelli ha una forza prima universale, ad un livello inferiore, perché tutte le cose assomigliano a Dio. Pertanto, la Forza Prima Universale è l'energia che genera una relazione di dare e ricevere. La Forza Prima Universale non cambia mai. La legge della divisione delle specie è rigorosa. La teoria dell'evoluzione è sbagliata. La Forza Prima Universale è in ogni essere…

L'universo funziona a causa di Dio. La dualità crea equilibrio. Il cervello armonizza i suoni delle tue due orecchie. Usi due mani per prendere qualcosa. Per creare un equilibrio, hai bisogno di una coppia. L'universo esiste in questo modo.

22 maggio 2019

Alla fine tutte le cose della creazione aspirano a somigliare al Creatore

Proprio come gli esseri umani hanno aspirazioni e speranze, anche tutte le cose della creazione le hanno, anche se su un livello diverso. Senza questo, non possono connettersi a Dio. Alla fine tutte le cose della creazione aspirano a somigliare a Dio.

La più grande domanda *
La più grande domanda nel mondo scientifico oggi è se i fenomeni nell'universo siano il risultato dell'evoluzione o se siano stati creati dalla volontà di qualcuno. Le persone vogliono sapere se la vita è originata da uno scopo o se si è evoluta attraverso mutazioni casuali. Se l'evoluzione è vera, chi ha determinato la sua direzione? L'evoluzione punta verso uno stato di sviluppo più elevato. Ogni elemento determina il proprio obiettivo? Qualcuno sa in quale direzione andrà? L'evoluzione ha bisogno di input di nuova energia per svilupparsi in uno stato superiore. In che modo il processo di evoluzione ottiene la sua energia?

21 maggio 2019

Ulteriori riflessioni su “IL PROFESSORE, la Morte e la ragazza”


Gran pubblico e argomenti seri durante la presentazione del romanzo: “IL PROFESSORE, la Morte e la ragazza”, di Antonio Saccà (Armando Editore), presso la Dolcevita Gallery, via Palermo, 41, Roma. Ne hanno discusso Francesca Puglisi, responsabile culturale de Il Tempo, il giornalista Massimo Nardi e lo stesso Autore. Si tratta di un vero e proprio romanzo, complesso, politematico  quando un professore, ritiratosi dall'insegnamento, cambia vita non avendo la quotidianità culturale e diventa più attento alla società, scoprendola degradata, mescolata, feroce,
notava Puglisi, mentre incombe su di lui il terrore della morte, notava Massimo Nardi... Saccà ha rilevato come il suo libro coniuga drammaticamente la asperità dei problemi quotidiani che la società accentua invece di aiutare il  cittadino con i grandi problemi esistenziali (Dio, la morte, l'enigmaticità dell'esistenza), notando come i meschini problemi quotidiani invadono a tal punto l'esistenza  da impedire alla mente di pensare le questioni fondamentali della vita, si che ormai vi è una società terra-terra, una società senza scopi di civiltà. Hanno letto eccellentemente brani del testo Sabrina Tutone, Massimo Anzalone, Riccardo Moccia.

17 maggio 2019

Interdipendenza


Tutti gli esseri, grandi e piccoli, sono collegati in una rete di relazioni interdipendenti. Isolati dal tutto, nessun individuo potrebbe esistere. Quindi, pensare a "me stesso" come individuo separato è un errore fondamentale della cognizione. Einstein la definì "un'illusione ottica della coscienza... una specie di prigione, che ci limita ai nostri desideri personali e all'affetto di alcune persone più vicine a noi". Disse che dovremmo "liberarci da questa prigione, allargando la nostra cerchia di compassione per abbracciare tutte le creature viventi e tutta la natura in tutta la sua bellezza".
in realtà, ogni essere è immerso in una rete di causa ed effetto - una catena di "concatenazione" secondo un testo buddista - che si estende fino ai confini dell'universo. Questa comprensione è la base dell'insegnamento buddhista del "non-sé", riconoscendo che tutti gli esseri sono "io" ed "io" sono tutti gli esseri, è la radice dell'etica buddhista della compassione. È un rimedio alla malattia dell'individualismo, che porta le persone a credere che l'obiettivo sia la "mia" salvezza. In effetti, nessun essere umano può raggiungere la pace definitiva finché gli altri stanno soffrendo.

14 maggio 2019

Lo scopo duplice

La teoria dell'evoluzione comprende lo scopo individuale di autoconservazione, anche se non coglie lo scopo ultimo del tutto

Osserviamo l'esempio dei nostri occhi. L'occhio ha lo scopo di auto-esistenza, ma anche di servire tutto il corpo. L'orecchio deve funzionare automaticamente, ma aiuta anche il tutto. A causa di questo scopo tutto, dalle particelle alla creazione più grande, ha il diritto di esistere. Come potrebbe l'universo essere correlato? È perché tutti gli individui hanno due obiettivi: uno è quello di proteggere se stessi e l'altro per assicurarsi che il sé si combini con un altro sé per creare un sé più grande. La teoria dell'evoluzione comprende lo scopo individuale di autoconservazione, anche se non coglie lo scopo ultimo del tutto.

Gli studiosi più coscienziosi oggigiorno non hanno una risposta alla domanda su come si perpetua l'universo e quale sia il suo scopo. La loro conclusione è che non ha scopo, ma va avanti e avanti e perirà a un certo punto. Ma sappiamo che questo non è vero; qualcosa può sembrare perire, ma mentre svanisce si formerà qualcos'altro. Questo succede perché tutto ha uno scopo. Lo stesso principio vale per ogni aspetto dell'universo. Gli individui si riuniscono per soddisfare i bisogni individuali, ma anche allo scopo di formare un essere più grande. Se qualcuno vuole essere un grande personaggio, deve essere disponibile come oggetto all'intero universo come suo soggetto. Deve essere degno di questo.

"Il professore, la morte e la ragazza"

Presentazione del libro del professore Antonio Saccà, 
"Il professore, la morte e la ragazza"

L’incontro è promosso dall’Associazione Cibo & Arte di Loredana Paolesse. Parlerà del libro Francesco Puglisi. Interverrà Massimo Nardi. 
Il romanzo narra di un professore che uscito dall’insegnamento è afferrato dagli inconvenienti della quotidianità, furti, pagamenti, insicurezza, sì che egli pur volendo vivere, appassionarsi alla vita e investigare i grandi temi dell’esistenza, Dio, la morte, sente che la società non lo protegge e gli rende ardua la possibilità di vivere. Lo scontro tra le difficoltà sociali e la voglia di vivere rende la narrazione umoristica e drammatica al punto che perfino la morte perde significato travolta dalle incombenze quotidiane. 

Mercoledì 15 maggio 2019 - ore 17:00
presso Dolce Vita Gallery - Via Palermo, 41 Roma
Armando Editore


13 maggio 2019

La causa nascosta, lo scopo e la direzione dietro l'evoluzione naturale


Molte persone affermano che esiste un processo di evoluzione spontanea e che tutto avviene naturalmente. Tuttavia, anche dietro questa evoluzione "naturale" vi è una causa, una direzione e uno scopo nascosti attraverso i quali tutto segue una certa direzione disciplinata e uno stile di vita. Tutto ciò che esiste si sta muovendo nella sua direzione specifica, sforzandosi continuamente di raggiungere la sua perfezione e raggiungere un obiettivo comune.

Gli evoluzionisti insistono sul fatto che il percorso di sviluppo nel mondo segue una linea retta, eppure l'intero universo si muove in un movimento circolare. Le stagioni seguono nella stessa sequenza e la storia si muove in cicli. Se tutto nell'universo avanza in uno schema circolare, perché l'evoluzione stessa non segue lo stesso schema? L'elettricità scorre attraverso il circolare dare e ricevere di più (+) e meno (-). Anche all'interno della materia dura come il diamante, il movimento circolare è visto tra il soggetto e l'oggetto all'interno di miliardi di atomi; quando il loro dare e ricevere è strettamente organizzato, quegli atomi creano una materia dura. Esaminando l'universo, concludiamo che la vita dell'uomo deve essere inclusa in questa legge universale; l'uomo non proviene solo dalla terra per vivere una vita e poi svanire. La vita umana implica molto di più.

10 maggio 2019

Dio ha creato l'intero universo con l'uomo come modello *

Né il pollo né l'uovo sono venuti prima *

Dio ha creato l'intero universo con l'uomo come modello *
Anche se gli uomini credono comunemente nell'evoluzione, l'evoluzione è solo un'osservazione risultante della creazione. L'universo non è un risultato arbitrario di forze non orientate. Dio pianificò la Sua creazione dalle forme più primitive alle più supreme della vita. Aveva un piano ben definito fin dall'inizio, e sapendo quale tipo di uomo avrebbe voluto creare, come la suprema gloria della sua creazione, Dio pianificò il resto dell'universo di conseguenza.

7 maggio 2019

La natura del Maschile e del Femminile e il loro rapporto l'uno con l'altro

Né il pollo né l'uovo sono venuti prima

Passaggi tratti da 43 interventi a domande e risposte da Padre Moon tra il 1976 e il 1999. Argomenti su la struttura completa della creazione, i concetti di evoluzione, la realizzazione della terza benedizione del dominio dell’uomo sulla creazione, riportata nella Bibbia in Gen. 1:28. 
Padre e Madre Moon sono i fondatori della Universal Peace Federation.

1. La natura del maschile e del femminile e il loro rapporto l'uno con l'altro
Pensate all'universo. Perché sono stati creati un uomo e una donna? Immaginate se solo un uomo fosse stato creato. Perché l'universo ha finito per essere così com'è? Alcuni dicono che tutto è accaduto secondo la legge della selezione naturale, ma ci sono maschi e femmine negli uccelli, pesci, cavalli, gatti, libellule, formiche e persino nei microbi. Perché è successo in questo modo? Chiunque dica che tutto è accaduto per caso è pazzo. Non potrebbe accadere senza una causa.

3 maggio 2019

Sante Blasi parla di Antonio Saccà

Due giorni insieme ad Antonino Saccà, Sociologo, Scrittore, Giornalista, a Cosenza, e due importanti dibattiti sulla traccia indicata da due opere, “PERSONAGGI” e 
“DAL LAVORATORE IMPRENDITORE AL CITTADINO IMPRENDITORE”. 

di Sante Blasi 1
Occasione per riflettere su tanti spunti, ma soprattutto per capire oggi dove siamo arrivati e quale scenario si prospetta davanti a noi. Bè secondo quanto è emerso aldilà delle analisi socio-economiche è inconfutabile che la tecnologia e la robotica difatti sostituisce l’uomo nella produzione industriale, dove ieri vi necessitavano 100 lavoratori oggi bastano due a gestire la robotica, con un esubero di lavoratori oggi consistente. E allora bisogna interrogarsi, pensare come creare nuovo lavoro, e come mantenere e migliorare lo stato sociale il benessere collettivo inventarsi tutti i giorni come reperire reddito.
Di certo la scienza, la tecnologica ogni giorno si supera e supera se stessa con una straordinaria visione futurista.

Il Professore Antonio Saccà presenta i suoi libri

Il Professore Antonio Saccà ha tenuto due conferenze a Cosenza riguardanti i suoi libri: “Personaggi” e “Dal lavoratore imprenditore al cittadino imprenditore” 1

di Roberto Pinto
Gli incontri sono stati diretti ed organizzati da Sante Blasi, Presidente delle Piccole e Medie Imprese della Calabria. La prima manifestazione si è tenuta nel magnifico Chiostro di San Domenico e sono intervenuti autorità locali tra cui l’Assessore Rosaria Succurro del Comune di Cosenza, l’Avvocato Francesco Clausi, Maria Francesca Corigliano, Assessore Regionale, Maria Cristina Parise Martirano, Presidente della Società Dante Alighieri di Cosenza, l’Avvocato Vittorio Lombardi, la docente universitaria Delly Fabiano. Il professor Saccà ha analizzato il suo testo “Personaggi” rievocandone l’intero percorso e considerando che l’Europa è una immensa stratificazione di civiltà, dalla Grecia che ha “inventato” la filosofia e il culto della bellezza, a Roma che ha “inventato” l’idea imperiale ossia l’aggregazione di vari popoli, al cristianesimo nelle varie diramazioni che ha suscitato l’attenzione verso gli “ultimi”, al liberalismo che ha permesso agli uomini la pluralità delle scelte, al socialismo che ha cercato di difendere in vari modi la classe operaia.

9 aprile 2019

Antonio Saccà: “Il professore, la morte e la ragazza”

La crisi contemporanea tradotta in romanzo*

di Massimo Nardi
“Il professore, la morte e la ragazza” (Armando Editore, 2019) è il libro più recente di Antonio Saccà: un’opera che ne riassume, nella struttura allegorica del romanzo, l’intero percorso creativo. 

Saccà, autore di pregevoli saggi di natura sociologica, reinterpreta le sue riflessioni in chiave letteraria portando in scena tre personaggi: due umani, il “professore” e la “ragazza”, ed uno astratto: la “morte”, che incombe come un convitato di pietra. 

Bastano questi pochi cenni per suscitare l’idea di un andamento narrativo ricco di tensione. E l’opera non delude le aspettative, le oltrepassa anzi in un crescendo di colpi di scena che dilagano in una torrenziale autoconfessione.

21 marzo 2019

ABBECEDARIO UCRAINO

Come capire la storia e la dignità del popolo ucraino

di Luciano Sampieri
A luglio 2018 è uscito il libro di Massimiliano Di Pasquale “Abbecedario ucraino. Rivoluzione, cultura e indipendenza di un popolo”.
È un libro il cui contenuto, considerati i recenti sviluppi delle tensioni tra Ucraina e Russia, è di estrema attualità. Passo dopo passo Di Pasquale accompagna il lettore alla scoperta di un grande Paese di cui gli italiani ignorano quasi tutto, dai confini geografici alla storia, incluse le tradizioni e la letteratura.
Dopo la rivolta di piazza Maidan a Kiev contro il Presidente filorusso e il cambio di governo, alla fine del 2013, Mosca ha annesso la Crimea e successivamente organizzato e armato i ribelli del Donbass, nell’est dell’Ucraina. Quegli stessi ribelli che oggi portano avanti una guerra latente.

15 marzo 2019

La Peace Road (Strada della Pace) dei Balcani si estende a sette nazioni

Educazione alla pace
Peace Road nei Balcani

Scritto da Gani Rroshi e Mateo Ziko, UPF-Albania
Tirana, Albania - Un gruppo internazionale UPF ha trascorso più di una settimana viaggiando in autobus attraverso i Balcani occidentali, portando un messaggio di pace e amicizia in una regione che si sta ancora riprendendo da anni di sanguinoso conflitto.
Il tour 2018 della Peace Road dei Balcani ha attraversato le nazioni di Albania, Montenegro, Kosovo, Macedonia, Serbia, e Bosnia-Erzegovina dal 3 al 9 ottobre. L'evento conclusivo della Peace Road si è tenuto il 21 ottobre in Grecia. 

Youth and Student for Peace (Giovani e Studenti per la Pace)

di Godwin Chionna - 
Vienna Aprile 2018
Coordinatore YSP per il Sud Europa

Il 28 aprile 2018, oltre 800 giovani da più di 50 nazioni si sono ritrovati alla Wiener Stadthalle di Vienna, per l’assemblea dei giovani organizzata nell’ambito della manifestazione “Peace Starts With Me” (La Pace inizia con Me). L’assemblea è stata un’occasione per discutere cosa significhi la “Pace” e le sue molteplici sfaccettature, così come per ascoltare i messaggi ispiranti di giovani attivisti impegnati a portare la “Pace” nella propria realtà. 

14 marzo 2019

Dichiarazione di Kathmandu sul Cambiamento Climatico

Summit Asia-Pacifico1 2018 – Nepal*
Hyatt Regency Kathmandu

Noi, rappresentanti della regione dell’Asia e del Pacifico, in occasione del Vertice Asia Pacifico a Kathmandu il 2 dicembre 2018;

Affermando il nostro impegno nei confronti della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) quale meccanismo centrale per affrontare i cambiamenti climatici a livello globale e, per i paesi interessati, anche del Protocollo di Kyoto;

Accogliendo con favore l’importante relazione sugli 1,5 gradi ed esplorando le possibilità di rafforzare la nostra ambizione alla luce della relazione speciale sul riscaldamento globale da parte del Gruppo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico (IPCC), e in tale contesto, sottolineando l'importanza del dialogo Talanoa al 24° incontro della Conferenza delle Parti (COP24) all'UNFCCC;

Dichiarazione di Kathmandu sulla pace e lo sviluppo

Vertice Asia-Pacifico 2018 – Nepal 
Hyatt Regency Kathmandu - 30 novembre - 3 dicembre 2018

del Dr. Robert Kittel, presidente, “Giovani e Studenti per la Pace”

Considerando che la Universal Peace Federation (UPF) ha collaborato con il governo del Nepal, il Parlamento federale del Nepal, la Conferenza Internazionale dei Partiti Politici Asiatici e l'Associazione Internazionale dei Parlamentari per la Pace per organizzare il vertice Asia-Pacifico 2018 - Nepal; e, con il tema "Affrontare le sfide critiche dei nostri tempi: interdipendenza, reciproca prosperità e valori universali", erano presenti capi di stato e di governo passati e presenti, rappresentanti del parlamento, ministri, legislatori e rappresentanti di organizzazioni religiose, società civile, giovani e media; apprezzando il totale investimento del Primo Ministro nepalese H.E. KP Sharma Oli e il suo governo per il successo di questo storico raduno ed encomiando Sua Eccellenza per aver ricevuto il premio UPF per la Leadership e il buon governo; esprimiamo la massima

Summit Asia del Pacifico, Convocato in Nepal

del Dr. Robert Kittel, Presidente di “Giovani e Studenti per la Pace”

Kathmandu, Nepal— Il primo Summit UPF Asia del Pacifico 2018 si è tenuto a Kathmandu, in Nepal, dal 30 novembre al 3 dicembre 2018 presso l'Hyatt Regency Hotel. Il tema: "Affrontare le sfide critiche del nostro tempo: interdipendenza, reciproca prosperità e valori universali"
La settima e ultima iniziativa dell’anno ha concluso una serie di vertici iniziati a gennaio in Senegal (Africa occidentale) e svoltisi in varie regioni del mondo durante tutto l'anno.
Al summit in Nepal sono intervenute più di 1.500 partecipanti, tra cui 500 delegati internazionali in rappresentanza di 45 nazioni. Il primo ministro del Nepal, H.E. KP Sharma Oli, ha dato il benvenuto ad altri sei capi di stato e di governo, nonché a molti ex capi di stato e di governo. Alcune personalità rilevanti presenti:
H.E. Hun Sen, primo ministro del Regno di Cambogia; 
H.E. Aung San Suu Kyi, consigliere di stato della Repubblica dell'Unione di Myanmar;
H.E. Baron Waqa, presidente della Repubblica di Nauru;
On. Maria Leonor G. Robredo, vicepresidente della Repubblica delle Filippine;
Sua Altezza Vaaleto'a Sualauvi II Tuimalealiifano, capo di stato di Samoa;
H.E. Sir Iakoba Taeia Italeli, governatore generale di Tuvalu;
H.E. H.D. Deve Gowda, ex primo ministro della Repubblica dell'India; e
H.E. Syed Yusuf Raza Gilani, ex primo ministro della Repubblica Islamica del Pakistan.

Il Vertice Asia-Pacifico 2018 è il primo Summit Internazionale esteso che il Nepal ha ospitato dopo il Vertice BIMSTEC 2018


Il Vertice Asia-Pacifico 2018 si è svolto su larga scala con leader mondiali che hanno presentato i loro messaggi chiave, e vari altri partecipanti e delegati che hanno presentato un'ampia gamma di argomenti come terrorismo, cambiamento climatico, cooperazione tra governi, sicurezza sociale, sviluppo regionale, ed altro ancora.
Il vertice è iniziato con il discorso inaugurale del Primo Ministro nepalese KP Sharma Oli, in cui ha chiesto una maggiore partecipazione e collaborazione di governi, settore privato e gruppi sociali per lo sviluppo regionale.