25 settembre 2020

Rally of Hope

La Federazione per la Pace Universale (UPF) organizza online la seconda edizione del "Raduno della speranza" 

Attesa la presenza virtuale di oltre 1 milione di partecipanti in tutto il mondo

Domenica 27 settembre 2020 (ore 02:30 e 16:00 CET)

I leader mondiali si riuniscono nel nome della pace, fondata sugli ideali di 

Interdipendenza, Prosperità Reciproca e Valori Universali

LONDRA--(BUSINESS WIRE)--La Federazione per la Pace Universale (UPF) annuncia lo svolgimento, questo fine settimana, del suo secondo Raduno della speranza globale, alla presenza di leader mondiali che individuano nuove opportunità per costruire la pace in ogni settore della società.

L'intervento principale sarà tenuto dalla Dr.ssa Hak Ja Han Moon, co-fondatrice della Fondazione per la Pace Universale. Altre personalità di primo piano includono il presidente di São Tomé et Príncipe, Evaristo Carvalho; l'ex vicepresidente degli Stati Uniti (1989-1993), Dan Quayle; l'ex presidente della Commissione europea (2004-2014), Jose Manuel Barroso; l'ex presidente nigeriano (2010-2015), Goodluck Jonathan; il vescovo (emerito) della chiesa evangelica luterana, Munib Younan; e il cardinale ed arcivescovo (emerito) di Castries della chiesa cattolica romana Kelvin Edward Felix, oltre a molti altri.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Link all'evento https://www.peacelink.live/bc da venerdì 25 settembre 2020

il collegamento www.rallyofhope.eu la domenica, 27 settembre alle 0230 and 1600 CET.


Contacts

Peter Zoehrer 

Rapporti UPF con i media in Europa e Medio Oriente 

media@europe.upf.org 

Siti internet: UPF.ORG e EUME.UPF.ORG

28 agosto 2020

I PICCOLI ANGELI DELLA COREA

Al Rally della Speranza del 9 agosto 2020 

Poche cose sono così spettacolari e commoventi come le esibizioni dei Piccoli Angeli, la compagnia di danza folkloristica coreana formata da bambine. Uniscono una elevata professionalità ad una innocenza e purezza che vengono istantaneamente percepite dal pubblico. Queste sono qualità davvero rare oggi, ed ancora più rare sono nel mondo dell’arte.

Il perché di tutto ciò? Basta leggere il motto che ispira la loro formazione:

«Solo se la mente è bella, bella sarà la danza. Solo se la mente è bella, bello sarà il canto. Solo se la mente è bella, bello sarà il volto». 

Il Gruppo dei Piccoli Angeli è composto da circa 35 elementi, quasi tutte ragazze, di età compresa tra i 9 e i 15 anni, è stato creato al fine di trasmettere pace e gioia al mondo attraverso la cultura e le arti eredità dei 5000 anni di storia della Corea.

 

Il repertorio del gruppo comprende, canzoni e sketch teatrali, e danze tradizionali sia coreane che provenienti da tutto il mondo.

Dalla loro fondazione, i Piccoli Angeli hanno effettuato 42 tournee all'estero, offrendo oltre 6.000 rappresentazioni in 50 paesi. Il gruppo si è esibito più volte alla Casa Bianca, a Londra di fronte alla regina Elisabetta II, e presso l’Assemblea Generale dell’ONU. Hanno offerto spettacoli per 40 capi di stato, ed hanno partecipato a quasi 500 apparizioni televisive. 

Nel 1998 diedero uno spettacolo addirittura a Pyongyang, nella Corea del Nord.


27 agosto 2020

On. Newt Gingrich

Ex presidente dell'Aula dei Rappresentanti, USA

Quindi, penso che questo incontro in cui siete ora impegnati sia francamente un passo importante in un momento in cui il mondo è molto travagliato. Tra COVID, le difficoltà economiche, tutte le cose che stiamo vedendo. Abbiamo bisogno di uno sforzo maggiore per seguire il cammino di Rev. Moon, per riconoscere che cercare la pace, cercare la comprensione, lavorare insieme è la chiave per un futuro di successo. E così, penso che il fatto che voi prendiate il vostro tempo per partecipare a questo incontro sia davvero importante.

Così, quando guardo a quello che sta succedendo nel mondo, penso che questo potrebbe essere l'inizio di un lungo decennio o più, di difficoltà, di sentirsi veramente delusi psicologicamente, depressi, disperati, o, con l'aiuto di persone come voi, persone che sono disposte a spendere il loro tempo e le loro energie per fornire una leadership, offrendo speranza, potremmo uscire da questo ciclo con un nuovo slancio di entusiasmo per un futuro migliore.

Quindi contate su di me come ottimista, contate su di me come qualcuno che crede che ognuno di noi possa fare una grande differenza, e insieme, penso che scoprirete che questo incontro è uno dei mattoni per creare quel futuro migliore.

Messaggio di S.E. Sig. Macky Sall,

Presidente della Repubblica del Senegal

In qualità di vincitore del Premio Sunhak per la Pace, sono felice di unirmi a voi nel Rally della Speranza 2020 organizzato dalla Universal Peace Federation. 

Vorrei innanzitutto rendere omaggio all'eredità lasciata dal prestigioso fondatore dell'UPF, il reverendo Sun Myung Moon, di cui quest'anno celebriamo il centenario.

Rivolgo il mio affettuoso omaggio all'Onorevole Dr. Hak Ja Han Moon, che persegue con tanto amore e generosità l'ideale di pace e di fratellanza umana della UPF.

Finora COVID-19 non ha rivelato tutti i suoi segreti. E non ci sono ancora medicine o vaccini per combatterlo. Di fronte a tante sfide e incertezze, la fede, la fiducia nella scienza e la volontà di agire insieme ci aiuteranno a mantenere la speranza, a superare le prove e a superare le nostre comuni vulnerabilità.

Dobbiamo agire insieme, perché così come il virus ha fatto il giro del pianeta in pochi mesi, rimarrà una minaccia per tutti, finché continuerà ad essere attivo in qualche parte del mondo. L'egocentrismo non è l'opzione per portare la vittoria. Piuttosto dobbiamo lavorare in solidarietà e fraternità umana, come ha sempre fatto l'UPF.  

Questo è ciò che mi ha spinto, il 14 maggio, a cofirmare l'Appello internazionale affinché il futuro vaccino contro COVID-19 sia un bene comune, libero e accessibile a tutti i Paesi. 

Con lo stesso spirito, saluto e sostengo il Rally della Speranza 2020 che ci riunisce affinché il mondo post COVID-19 sia un posto migliore per tutti.

Peace Road

Collegare il Mondo tramite la Pace

Peace Road Webinar

“Peace Road 2020 – Collegare le persone per la Pace”

Europa & Medio Oriente 

Relatori e rapporti dalla Corea, Giappone, USA

Lunedì, 31 agosto 2020 - 14:00

Questo webinar includerà la presentazione del progetto della Peace Road. 

Come è nato, la sua visione, e suo significato come progetto di costruzione a livello mondiale, 

e sarà introdotto da alcuni degli organizzatori coinvolti da tutto il mondo.

Zoom webinar 

Registratevi qui https://bit.ly/2Evwb8Q

per maggiori informazioni, contattateci qui 

peaceroad@eume.upf.org

oppure a vocidipace@gmail.com



24 agosto 2020

Rally della Pace 2020 e del Summit Mondiale

S.E. Alfred Moisiu           
Presidente della Repubblica di Albania (2002 - 2007)
Presidente del Consiglio Internazionale per la Pace, Balcani

Vorrei sottolineare questo punto: la penisola balcanica può essere il tesoro dell'Europa. Storicamente, è stata la terra del confronto tra civiltà, religioni, culture e ideologie. È stata la linea di demarcazione tra Oriente e Occidente, ma può essere il PONTE tra Oriente e Occidente, e sappiamo che c'è un grande potenziale.
La Universal Peace Federation è da apprezzare e da applaudire per i suoi sforzi costanti e determinati nel sostenere i processi di pace nei Balcani e noi, in qualità di Ambasciatori per la Pace, lavoreremo più duramente nel portare avanti il processo di riconciliazione. Tuttavia, affinché tutti noi possiamo lasciare un'eredità di pace e di cooperazione per le generazioni future; tutte le parti dovrebbero lavorare insieme, compresi i governi, gli accademici e i giovani.
Grazie ancora una volta per avermi permesso di parlare a questo importante evento e Dio vi benedica!
Grazie mille!

La video dichiarazione
al link

21 agosto 2020

Discorso del Pastore Paula White al Rally della Speranza

Consigliere spirituale del Presidente Donald J. Trump

Grazie per il privilegio di condividere con voi oggi in questo incredibile raduno di speranza. Sono onorata di trovarmi di fronte a uomini e donne così illustri.

 

C'è una parola che ha un grande significato per tutti noi: ed è la parola famiglia. Famiglia è la radice di tutto ciò che siamo. La famiglia è ciò che ci lega insieme e la famiglia è la pietra angolare della pace nel mondo.

C'è un individuo che capisce ed esemplifica la vera famiglia, ed è Madre Moon. La sua devozione, il suo amore, la sua straordinaria compassione e i suoi instancabili sforzi per creare modelli di buon governo e rafforzare il dialogo interreligioso le hanno valso l'affettuoso titolo di "Madre della Pace".



Madre Moon, ti rispetto e ti onoro per la tua perseveranza, per essere un precursore a livello nazionale e globale, per aver dedicato la tua vita a stabilire la pace internazionale e la buona volontà e per essere una vera amante dell'umanità. Hai dimostrato che lavorare con tutte le persone, non importa il colore, il credo, l'età, la classe sociale o il background, è necessario e possibile se tutte le persone adottano nel loro cuore l'amore per tutte le persone basato sul vivere per il bene degli altri come fai tu. Grazie.

15 agosto 2020

Rally della chiamata alla Pace

Intervento del Primo Ministro del Canada, On. Stephen Harper nel periodo che va dal (2006 al 2015). Qui di seguito un brevissimo estratto del suo intervento.  

“Negli ultimi due anni sono stato ospite del World Peace Summit di Seoul, in Corea del Sud, e che esperienza! Forse in nessun'altra parte del mondo c'è un tale incontro di leader esperti provenienti da governi, imprese, università e comunità religiose che rappresentano la vasta gamma di nazioni globali e che danno un contributo così ampio al pensiero globale sulle sfide che l'umanità si trova ad affrontare. Come tutti coloro che hanno partecipato possono testimoniarlo, si tratta di un'esperienza senza paragoni”.

Il 9 agosto 2020 si è svolto il Rally of Hope on-line con una platea di 1 milione e 500 mila persone. Sono intervenuti titolari di alte cariche passate e presenti. Il Rally è stato co-sponsorissato dalla Universal Peace Federation e con la partecipazione della sua fondatrice, Dottoressa Han Ja Han Moon.