9 giugno 2018

5° Tappa del “Peace Starts With Me” Festival della Pace e delle Famiglie

Il 29 aprile a Vienna si è tenuto la 5° tappa del Festival internazionale della Pace e delle Famiglie “La Pace inizia con Me” con la dott.ssa Moon.
Il Festival si è svolto domenica 29 aprile 2018, alle 15:00 al Wiener Stadthalle di Vienna.
Dopo New York, Seoul, Tokyo e Bangkok è arrivato anche Vienna “Peace Starts With Me” Festival della Pace e delle Famiglie, a cui hanno partecipato parlamentari europei, asiatici e medio orientali, rappresentanti di varie confessioni religiose, accademici e giornalisti, tutti uniti nella ricerca della pace. 

Guarda il video qui


24 maggio 2018

INTERNATIONAL PEACE FESTIVAL

Hotel SARACEN – Capaci (PA) – 19 maggio 2018

Nella cornice del paese di Capaci (Palermo) si è svolto il 19 maggio 2018 il “Festival Internazionale per la Pace”, un’intera giornata dedicata a piantare il seme di una cultura dedicata a costruire pace ed armonia. IASA Accademia Internazionale di Sport ed Arte per la Pace in collaborazione con UPF Federazione Internazionale per la Pace, il periodico Voci di Pace, WFWP Federazione delle Donne per la Pace e FFPMU Federazione delle Famiglie per la Pace Mondiale e l’Unificazione hanno collaborato per organizzare questa giornata speciale.

Tre sono stati i momenti caratterizzanti: la “Peace Road” marcia per la Pace, svoltasi a Capaci nella zona adiacente al parco comunale con la partecipazione di alcune scuole elementari e medie, il gruppo Scout di Capaci, l’Associazione giovanile Mosaicando con la presenza del Sindaco di Capaci e i rappresentanti delle Associazioni organizzatrici, oltre ad una buona presenza della cittadinanza. La marcia si è conclusa poi ai piedi di un albero scelto proprio dai ragazzi per essere consacrato “Albero della Pace” come seconda tappa della giornata. Una breve cerimonia di preghiera ha consacrato l’acqua come simbolo di vita che è stata poi versata alle radici dell’albero dai ragazzi stessi. Messaggi e canti di pace hanno accompagnato la posa dell’Albero della Pace ai piedi del quale sarà posta una targa già predisposta che ricorderà questa celebrazione.

Il terzo momento si è svolto presso il salone dell’Hotel Saracen di Capaci. Alla presenza di un nutrito pubblico di circa 500 partecipanti è andato in onda il Festival per la Pace. Le diverse Associazioni organizzatrici hanno presentato le loro attività ed iniziative dedicate alla costruzione di cultura di pace intercalate da uno spettacolo di musica, canzoni e balletti.
IASA ha offerto, nel corso della manifestazione, un riconoscimento particolare alle diverse associazioni e persone che si sono distinte nella loro opera per la pace. Nella parte conclusiva il Signor Vincenzo Lipari e la moglie Rosa Giusi Russo responsabili di IASA sono stati insigniti del riconoscimento quali Ambasciatori di Pace da parte della UPF Federazione Internazionale per la Pace e della WFWP Federazione delle Donne per la Pace proprio per il loro costante impegno nel promuovere cultura di pace tramite lo sport, l’arte e la musica dedicate ed organizzate in particolare alla formazione dei ragazzi più giovani.

27 aprile 2018

A Vienna parlamentari e leader religiosi europei per il bene comune


Roma, 27 aprile 2018 
Il 28 e il 29 aprile presso il Parkhotel Schönbrunn a Vienna si terrà la conferenza internazionale sulla leadership organizzata dalla Universal Peace Federation dal titolo “Toward Interdependence and Mutual Prosperity: The Role of Religious Leaders and Parliamentarians”.

L’importante evento si terrà al Parkhotel Schönbrunn a Vienna.

Ai lavori prenderanno parte 400 persone tra parlamentari europei, asiatici e medio orientali, rappresentanti di varie confessioni religiose, accademici e giornalisti, tutti uniti nella ricerca della pace.
14 i delegati da Italia e San Marino tra cui il senatore On. Roberto Rampi, Moshen Mouehli Vicario Generale per l'Italia dei Sufi Jerrahi Halvety,  Raffaella Di Marzio direttrice del Centro Studi sulla Libertà di Religione, Credo e Coscienza (LIREC). La dott.ssa Di Marzio sarà relatrice nella sezione "Ruolo e importanza della religione nel costruire società inclusive, pacifiche e prospere”.
“Il momento più importante della conferenza sarà costituito dall'inaugurazione a livello interregionale dell'Associazione Interreligiosa per la Pace e lo Sviluppo (IAPD)  seguita da una cerimonia di pace che vedrà coinvolti in armonia i rappresentanti delle varie confessioni religiose presenti e terminerà con una dichiarazione firmata da tutti i partecipanti” spiega Carlo ZONATO presidente della Universal Peace Federation Italia (UPF)

20 aprile 2018

Famiglia, Scuola e Comunità

di Giorgio Gasperoni

Cosa dire di ciò che è accaduto in una scuola di Lucca? È un problema isolato? I genitori e gli educatori di tutto il mondo stanno discutendo su quale sia il modo migliore per educare cittadini responsabili in quest'era di cambiamenti senza precedenti. La disgregazione familiare e i mali sociali che l’accompagnano sono diventati preoccupazioni a livello mondiale. Molti speravano che i progressi scientifici, tecnologici ed economici avrebbero portato una maggiore felicità e soddisfazione all’uomo, ma oggi vediamo che non è necessariamente così. Tante società stanno sperimentando un grave sconvolgimento sociale.
Sappiamo che negli ultimi cento anni il mondo è cambiato drasticamente, in un senso positivo sotto tanti aspetti. La scienza e la tecnologia moderna hanno aiutato a migliorare lo standard materiale della vita. Gli sviluppi nel campo della salute e della medicina hanno eliminato tante malattie che una volta affliggevano l’umanità. I progressi nei trasporti e nelle comunicazioni hanno creato opportunità per le persone di interagire più facilmente di prima. I rapidi sviluppi nell’uso di internet hanno trasformato velocemente il modo in cui comunichiamo e facciamo attività economiche.
La seconda metà del 20° secolo ha visto anche lo sviluppo graduale di un’altra crisi, di una natura più insidiosa e fondamentale – la disgregazione della vita familiare. Oggi questa crisi ha raggiunto proporzioni epidemiche che colpiscono quasi tutti i paesi. L’abuso dei coniugi e dei figli, l’infedeltà coniugale e il divorzio sono all’ordine del giorno. I giovani si allontanano sempre più dai loro genitori mentre il rispetto fra marito e moglie è in declino. La gente sta pensando sempre più solo a se stessa.

19 aprile 2018

I quattro livelli del Cuore

Amore di Fratello e Sorella

di Giorgio Gasperoni
Questa presentazione intende spiegare che i fratelli e le sorelle condividono un'origine o un genitore comune e, soprattutto, un amore comune e apprendere molte delle lezioni importanti della vita che vengono apprese in famiglia, specialmente tra fratelli e sorelle. Capire che i fratelli e sorelle amano assumersi volentieri la responsabilità e sono protettivi in natura. Infine vuole espandere il nostro concetto di famiglia basato sul vero amore, al di là del solo DNA condiviso.
Questa presentazione è la prima dei tre capitoli che trattano dell’amore tra fratelli.
Fratelli e sorelle sono come i rami di un albero. Cresceranno in direzioni diverse, ma condividono una radice comune.
È un momento magico nelle nostre vite in cui abbiamo energia apparentemente illimitata e una curiosità su tutto. È un tempo in cui amiamo imparare e assorbire conoscenza come la sabbia calda del deserto assorbe l'acqua. Scriviamo poesie, cantiamo canzoni, sogniamo sogni e abbiamo una visione che si estende oltre l'orizzonte.
Il video vuole incoraggiare gli insegnanti e gli operatori sociali a sostenere gli studenti, e i giovani in generale, ad essere di mentalità pubblica.


Siete invitati a mettere "Mi Piace" se apprezzate il video
L’utilizzo di questo materiale deve essere autorizzato dalla redazione di Voci di Pace

10 aprile 2018

La bontà crea la pace

di Giorgio Gasperoni

Qual è la relazione tra essere buoni e creare pace?
In realtà, il bene crea la pace. La bontà precede la pace. Senza essere buoni non possiamo avere pace.
Vivere per gli altri, sacrificarsi volontariamente per gli altri crea pace e amore tra le persone. D'altra parte, l'egoismo e il male creano conflitto e caos. Poiché non abbiamo mai avuto una definizione universale di "buono", non abbiamo mai avuto pace.
Nel video che vi consigliamo di vedere, dimostriamo che la corretta relazione mente-corpo (pubblico-privato) è il fondamento per la pace, l'armonia e la felicità all'interno dell'individuo, della famiglia, della società e del mondo. Evidenziamo che la sostenibilità, una parte centrale degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, richiede una cultura del vivere per gli altri, che sviluppiamo onorando i nostri genitori. 
Il video vuole incoraggiare gli insegnanti e gli operatori sociali a sostenere gli studenti, e i giovani in generale, ad essere di mentalità pubblica. 



L’utilizzo di questo materiale deve essere autorizzato dalla redazione di Voci di Pace

3 aprile 2018

Dove imparo ad essere “Buono?

Educazione del Carattere

Questo secondo video spiegherà:
Che prima di essere intelligenti o popolari, è importante essere buoni
Perché la famiglia è il miglior ambiente per imparare a “Vivere per lo scopo degli altri”
Incoraggerà gli studenti ad amare e onorare i loro genitori

Poiché essere buoni è la base per la vera felicità, è di vitale importanza sapere dove possiamo imparare come essere buoni e sviluppare la forza del carattere per farlo.
Dove impariamo ad essere buoni?



Il terzo video della serie, arriverà tra una settimana.
L’utilizzo di questo materiale deve essere autorizzato dalla redazione di Voci di Pace

Il carattere e la felicità

di Giorgio Gasperoni
La priorità dell’Educazione del Carattere, a fianco dell’Educazione Tecnica, è fondamentale.
Il programma sull’Educazione del Carattere dell’Universal Peace Federation è stato sviluppato per far fronte alla mancanza di una comprensibile educazione morale per i ragazzi.
L’iniziativa dell’Educazione del Carattere è stata ideata per guidare e sostenere i giovani a realizzare i tre scopi di vita, precisamente:
1. Crescere e diventare una persona con un carattere maturo, 2. Realizzare buone relazioni e una famiglia di amore, 3. Dare un contributo di valore e duraturo alla società
Inoltre, mentre la maggior parte dei programmi sull’Educazione del Carattere rende evidente lo sviluppo delle virtù individuali, l’iniziativa dell’Educazione del Carattere dell’UPF racchiude tutte le virtù sotto il suo motto: “VIVERE PER IL BENE DEGLI ALTRI” O “AMORE ALTRUISTICO”
Ogni aspetto del programma è sviluppato con questo motto alla sua radice. Questa prima parte affronta il tema, “Cosa significa essere buono”? Verranno analizzati i seguenti punti:
1. Spiega perché essere buoni ci rende felici ed essere cattivi ci rende infelici.
2. Definisce l'essere "buono" e mostra cosa significhi "vivere per il bene degli altri".
3. Mostra che questa definizione di essere buoni è universale e si trova in tutte le religioni.
4. Incoraggia gli studenti ad essere bravi, a partire da oggi stesso.
Questa è una esposizione dei temi principali di un curriculum di educazione del carattere del vero amore. Si tratta di un modello da utilizzare per presentare in modo appropriato per la giusta fascia d'età. Riguarda la costruzione di un buon carattere e famiglie amorevoli. È basata su quattro amori assimilati in famiglia. Essi sono: 1. Amore dei figli, 2. Amore dei fratelli, 3. Amore coniugale, 4. Amore dei genitori.
Questa presentazione è la prima di tre, sull'Amore dei figli.
Si dice spesso che la famiglia è la scuola dell'amore. In realtà, è più simile a un'istituzione scolastica, universitaria e post-universitaria combinate insieme. Lo sviluppo del cuore, la nostra capacità di amare, è un viaggio che dura tutta la vita e ogni passo è incentrato sulla famiglia.
Quindi come iniziamo questo viaggio? Iniziamo con qualcosa che tutti desideriamo: tutti vogliono essere felici.

L’utilizzo di questo materiale deve essere autorizzato dalla redazione di Voci di Pace.