17 giugno 2019

Scuola di lingua serba” Sveti Sava” a Vicenza

di Rada Rajic Ristic
Da cinque anni il Ministero dell'istruzione della Serbia ha avviato un progetto di insegnamento della lingua serba e del cirillico nel Vicentino. Gli alunni sono bambini e ragazzini serbi nati in Italia, che una volta all'anno si recano in Serbia e non sono in grado, come i loro coetanei nati in Serbia, di esprimersi nella propria madre lingua. Nel timore che l'assimilazione prenda la rincorsa, il Ministero ha deciso di finanziare questo progetto di mantenimento della propria madre lingua.
L'insegnante Ivana Marjanovic, che è stata nominata dal Ministero dell'istruzione, da quattro anni vive a Vicenza e insegna presso la scuola di lingua serba; da lei abbiamo appreso quanto sia importante questo progetto e lei ci ha rivelato: “I bambini nati fuori dai confini della Serbia hanno questo disagio che non sono in grado di comunicare con i propri nonni quando arrivano in patria, perché sono quasi estranei, per il semplice fatto che non sono padroni della propria lingua. Questo, purtroppo, non è solo il problema dei bambini serbi nati in Italia, ma anche di bambini nati in altri paesi della Comunità Europea.

16 giugno 2019

L’Ideale di un mondo di Pace

Vivere per lo scopo degli altri

La Pace è radicata nel principio e pratica di vivere per il bene degli altri. 
Cosa dicono le sacre scritture:
Quando io lavoro in questo modo per il bene degli altri, non lascerò che la presunzione o (il sentimento che io sono) meraviglioso sorga. È come nutrire me stesso – senza sperare niente in ritorno
Buddismo, Shantideva, Guida al modo di vita del Bodhisattva 8.112-16

Nessuno di voi è un credente fino a che l‘amore per suo fratello non è l‘amore che ha per se stesso.
Islam, 40 Hadith di an-Nawawi 13

Disse Hillel, “Sia il discepolo di Aaron – uno che ama la pace, che ama l‘umanità, e le porta vicino alla legge”. Giudaismo, Mishnah, Abot 1.12

Quando una persona risponde alle gioie ed ai dolori degli altri come se fossero i suoi, lui ha raggiunto lo stato più alto di unione spirituale. Induismo, Bhagavad Gita 6.32

Voi amerete il Signore Vostro Dio con tutto il Vostro cuore, con tutta la Vostra anima e con tutta la Vostra mente. Questo è il più grande comandamento. Ed il secondo è come il primo, amerete il vostro prossimo come voi stessi. Su questi due comandamenti dipende tutta la legge ed i profeti. Cristianesimo, Matteo 22. 36-40

Un elemento principale per la pace mondiale trova le sue fondamenta nella famiglia. Filosofi e sociologi sono stati a lungo affascinati dall'impatto della famiglia sulla società. La sociologa Brigitte Berger sottolinea che la famiglia è l'elemento base più elementare su cui poggiano tutte le altre forme sociali. “I sistemi familiari”, scrive, “forniscono le basi da cui... nascono cultura e civiltà. La famiglia è l'istituzione che crea cultura per eccellenza”. Poiché una società civile si basa sulle virtù apprese nella famiglia, Berger invita le persone a riconoscere “l'importanza singolare della famiglia nella formazione della civiltà”.

La famiglia è destinata ad essere la prima scuola dell'amore. È nella famiglia che vengono apprese le virtù personali e pubbliche più basilari. Quindi la famiglia è il fondamento essenziale di tutte le culture. Poiché Dio ha creato l'umanità a sua immagine – “maschio e femmina li ha creati” - il ruolo dei genitori è essenziale affinché i bambini ricevano e sperimentino l'amore incondizionato di Dio. Per questo motivo, il matrimonio è un'istituzione sacra.

13 giugno 2019

Dio, il Genitore dell’Umanità


Attraverso la nostra coscienza, la nostra bussola morale che ci guida verso Dio, siamo naturalmente portati ad allinearci con gli attributi di Dio. Persone costantemente allineate alla volontà di Dio creano un mondo di compassione, un mondo di gentilezza, un mondo di giustizia e pace, tramite la piena maturazione della loro coscienza.


12 giugno 2019

I 5 punti essenziali della Universal Peace Federation (UPF)

di Giorgio Gasperoni

C’è una Causa Prima, Dio, che è il nostro genitore comune, l’origine del Vero Amore e la  Fondazione della Pace perpetua.
Gli Esseri Umani e il Cosmo che abitiamo hanno entrambi una dimensione Fisica e una Spirituale.
La Pace è radicata nel Principio e nella Pratica del Vero Amore, vivere per il bene del prossimo.
La Vera Pace perpetua ha la sua base nella Famiglia, Scuola del Vero Amore
La Pace richiede che lavoriamo per superare le barriere razziali, religiose, nazionali, e culturali che hanno storicamente diviso l’umanità. Sia la cooperazione interreligiosa che internazionale sono necessarie perché la pace sia raggiunta.

Al centro della visione della UPF c’è la consapevolezza che gli Esseri Umani sono stati creati da Dio in accordo a certi principi e leggi. 
Se gli Esseri Umani non saranno in grado di allinearsi correttamente a Dio, e non rifletteranno l’armonia e la bontà che è in Dio, non potranno raggiungere la Pace.  
Cosa dicono le tradizioni religiose al riguardo: Dio, Genitore dell’umanità, Fondazione di Pace


Ogni cosa sotto il Cielo! Considerate il Cielo come vostro Padre, la terra come vostra madre, e tutte le cose come vostri fratelli e sorelle.
Shinto. Oracolo di Atsuta

Sono il Padre e la Madre del Mondo.
Induismo – Bhagavad Gita 9.17

Voi siete i Figli del Signore vostro Dio
Giudaismo. Bibbia, Deuteronomio 14.1

Con Te come Padre, Madre, Amico, Fratello. Con te sempre presente in tutti i luoghi, Che paura posso io avere?
Sikhismo. Adi Granth, Majh M.5, p. 103

Anas e Abdullah riportarono quello che il messaggero di Dio disse: Tutte le creature [umane] sono figlie di Dio, e quelli più cari a Dio sono coloro che si curano dei suoi figli con bontà.  
Islam. Hadith di Baihaqi

Quando gridiamo Abba! Padre! È lo spirito stesso che attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio, e se figli anche eredi, eredi di Dio e coeredi di Cristo.
Cristianesimo. Romani 8.15-17

11 giugno 2019

La Memoria dei Ricordi


Il testo appena uscito di Antonio Saccà: La Memoria dei Ricordi*, è una narrazione fuggevole e senza ordine cronologico di ricordi così come vengono o come la memoria li cattura. Vi sono i compagni di scuola, gli amici infantili, i docenti, i giornali, gli editori, ma soprattutto vi è la famiglia, la madre, il padre, la sorella minore, il fratello, la sorella maggiore e vi è soprattutto il TEMPO che scandisce inizio e la fine. Ricordi spesso di dettagli minimi, quasi che l’autore consapevole che tutto sparisce, voglia conservare le minuzie sfidando il nulla. Di questo libro pubblichiamo per gentile concessione dell’Autore e dell’Editore qualche pagina.

Una brutta amicizia

Nel passare della vita, molti ci lasciano, per età o accidenti, lentamente si sfoltisce la presenza di coloro con i quali hai memorie comuni e puoi esercitare i riti del “ricordi quando”. Se non restano persone convissute, il mondo diventa estraneo, non sai a chi avvincerti, anzi i luoghi, gli oggetti mostrano la persistenza delle cose, la fugacità degli uomini, e desolano nel pensare che in quel posto sei stato con Tizio, in quell’altro con Sempronia, ed ora stai da solo. Un giorno percorrendo la Città dove abito da tanti anni fui sopraffatto scorgendo piazze, palazzi, vie e che molti posti erano stati deposito dei miei anni, e mi parlavano, mi opprimevano di sembianze. C’è tuttavia una compagnia che ci sta sempre al fianco, premurosa, esageratamente servizievole, possiamo maltrattarla, ingiuriarla, scalcagnarla, non riusciamo ad allontanarla, subisce ogni oltraggio, nessun orgoglio, nessuna ribellione, fedelissima più di un cane bastonato che ci segue dappertutto.

La natura del Nucleo oppure - Dio Esiste?


Nel corso della storia l'umanità ha riflettuto sulla questione fondamentale se Dio esiste oppure no. Ma la storia si è sviluppata fino al momento attuale senza trovare una risposta definitiva a questa domanda. Tuttavia, se Dio esiste ed è anche un Dio personale, qualunque cosa Dio possa pensare e progettare, la priorità per l’umanità è ricercare quell’ideale che è nella Sua mente. Pertanto, la domanda più basilare sulla vita dell'uomo ruota intorno alla presenza o meno di Dio e qual è la vera relazione tra Dio e l'umanità.
Considerando il quesito se Dio esista o no, per ora pensiamo filosoficamente a noi stessi, o all’ "Io". Esiste "Io" e come faccio a sapere che esisto? Storicamente i filosofi hanno espresso opinioni divergenti. Alcuni hanno affermato: "Penso, quindi sono. Non posso dubitare che dubito". Ma qual è l'origine del pensiero? Alcuni dicono che il pensiero viene dal cervello, mentre altri affermano che lo spirito dell'uomo è l'origine del suo pensiero. Ma qualunque sia l'origine del pensiero, l'uomo stesso ha un'origine separata, quindi dobbiamo considerare le due domande separatamente.

10 giugno 2019

RAPPRESENTAZIONE: IL MIO REGNO NON È…

Rappresentazione dell'atto unico del Prof Antonio Saccà Atto Unico: Il mio Regno non è... Cristo vuole disperatamente convincersi, da disperato, che se amiamo la vita la rendiamo eterna giacché l'amore sostiene in vita la vita (il contrario del buddismo, nel quale cessato il desiderio cessa la vita). Per la materia e l'articolazione dei personaggi, Giuda è antagonista, non crede che il desiderio, l'amore per la vita possano oltrepassare la vita. È il mio testo più interno alla condizione non soltanto sociale, come in Figlio e Padre, La Mente e l'Ombra, ma esistenziale. Non c'era un pubblico, c'era una folla. Recitazione con fasi dialettiche o monologhi di estrema espressività.
Attori:

Gesù Cristo: Limpido Michele
Diavolessa: Bruna Brecciaroli
Maria Madre di Gesù: Luciana D'Ovidio
Giuda: Carmelo Valente
Pietro: Giorgio Cerone
Mendicante: Carmelo Valente
Pilato: Giorgio Cerone
Voci del popolo: Cialantini Silvia, Peruzzi Silvia, Brecciaroli Bruna, D'Ovidio Luciana.

Regia e adattamento di Antonio Saccà

8 giugno 2019

Cos'è la realtà?


Il mondo scientifico di oggi è confuso su cosa sia la realtà. I pensatori dicono che dobbiamo conquistare la realtà per avanzare, ma qui nasce la confusione - che cos'è la realtà? Religiosamente e filosoficamente c'è confusione e dobbiamo chiarire questa confusione, chiarendo qual è il giusto standard da prendere. Abbiamo bisogno di filosofia e religione, ma di cosa "io" ho bisogno più di tutto? Una coscienza attiva. Per determinare la vera realtà, dobbiamo ripristinare le nostre coscienze affinché siano vere. Le persone nella storia hanno mai vissuto con delle vere coscienze? Il desiderio comune di tutti gli uomini è sempre stato quello di vivere con una vera coscienza, ma come può essere realizzato?
Una qualità importante in un codice morale è la pietà filiale. L’apprezziamo, ma che cos'è e perché dovremmo esercitarla? La pietà filiale è la fedeltà al valore immutabile della famiglia. Il figlio di pietà filiale persegue il principio di servire i suoi genitori, fratelli e sorelle, anche se non contraccambiano. La coscienza ci dice che questa è la cosa giusta da fare. Ma se non si riconosce il valore della coscienza, non si riconoscerà il valore della pietà filiale; ci deve essere un punto di partenza. La coscienza apprezza il benessere dei genitori più del proprio.