19 settembre 2016

Monza, torna la Veglia interreligiosa: mercoledì in piazza Trento e Trieste

19 settembre 2016


Ritorna come ogni anno l’importante appuntamento con la veglia interreligiosa di preghiera e riflessione per la pace. Con le stesse modalità degli anni precedenti la veglia, giunta alla dodicesima edizione, si terrà all’aperto in piazza Trento e Trieste davanti al palazzo del Municipio mercoledì 21 settembre dalle ore 20.45 alle ore 22.00 circa.
In occasione della Giornata Internazionale per la Pace, indetta ufficialmente dalle Nazioni Unite per il 21 settembre di ogni anno, la città di Monza accoglierà anche quest’anno l’invito dell’ONU a celebrare la Giornata della Pace, con esponenti delle varie fedi e comunità religiose che offriranno una preghiera, una riflessione o la lettura di un brano da testi sacri come sostegno spirituale per la pace e la risoluzione dei conflitti nel mondo. Promossa dalla sezione brianzola della UPF e dalla Federazione delle Donne per la Pace, insieme ad altre associazioni, con l’adesione del Comune e della Provincia e la presenza degli Amministratori Locali.

17 settembre 2016

Lo Sport per la Pace

di Giorgio Gasperoni

Una settimana davvero indimenticabile per i ragazzini israeliani e palestinesi, ospiti a San Marino per giocare partite amichevoli di caldo con controparti sammarinesi e avere l'opportunità di allenarsi insieme, costruire in libertà coesione di squadra e amicizia.

La Federazione sammarinese giuoco caldo ha incaricato il responsabile del Settore Giovanile di Base, Alessandro Giaquinto, di programmare assieme a Giorgio Gasperoni, coordinatore della Universal Peace Federation la visita e la permanenza nella Repubblica più antica del mondo di 15 bambini di 11-12 anni originari dell'area israelo-palestinese e soprattutto provenienti dalle 3 grandi religioni monoteiste presenti nella zona. In effetti 5 bambini musulmani, 5 ebrei e 5 cristiani, assieme ai loro rispettivi istruttori, hanno soggiornato dal 1 all’8 settembre nella Repubblica di San Marino.

4 Video di alcuni incontri amichevoli dei ragazzini ebrei e arabi con i ragazzini sammarinesi

Quadrangolare calcio - 1a gara on Vimeo.

16 settembre 2016

Gli anziani hanno diritto alle cure?

di Franco Previti,

Si terrà a Roma, dal 22 al 24 settembre presso il Crowne Plaza, il Primo Congresso Nazionale della Associazione multidisciplinare di Geriatria, dal titolo “Oltre ed altro nella cura dell’anziano”.
L’ A.M.Ge è un’associazione di professionisti che si occupano delle persone anziane nel desiderio di intervenire e soddisfare i loro svariati molteplici bisogni, mentre il giorno dopo ci sarà un aggiornamento scientifico sulle malattie neurodegenerative, sul deficit cognitivo e sulla depressione che rappresentano le problematiche più rilevanti nell’anziano, specie sul trattamento del dolore cronico, concludendo sulle patologie cardiovascolari e sulla nutrizione dell’anziano.

15 settembre 2016

SOCIOLOGIA DELLA CRISI E DELL'ANTICRISI

Il contenuto degli articoli dei collaboratori, esprimono il pensiero degli autori e non necessariamente rappresentano la linea editoriale che rimane autonoma e indipendente.

di Antonio Saccà

Talvolta, sentendo la tragica, incomprensibile situazione in cui, senza ragione e volontà, siamo inabissati in questo microbo del Cosmo che è la Terra, viene da abbracciare tutti, carnefici e vittime, in una espansione di angoscia onnicomprendente o di uccidere, uccidersi, impazzire, pur di non fingersi che vi sia un millesimo di sensatezza in questa assurdità a fondo perduto che è la vita. E la presenza dell'esistente. E, oggi, pure la Società, così com'è ridotta, come l'abbiamo ridotta.
Anonimo contemporaneo   

Notazioni tematiche
Due sono i temi dominanti oggi, la situazione economica, l'immigrazione. Vediamoli entrambi. 

Un Calcio per la Pace

di Giorgio Gasperoni
Il gruppo ricevuto dai Capi di Stato di San Marino

 L’Eccellentissima Reggenza della Repubblica di San Marino ha ricevuto venerdì 2 settembre alle ore 12:30 un gruppo misto di ragazzini israeliani e arabi israeliani. I ragazzini sono stati accolti dai Capitani Reggenti con molto calore ed hanno enfatizzato che lo sport in generale e il calcio in particolare sono degli strumenti importantissimi per promuovere la pace. Il Segretario di Stato Giuseppe Morganti ha introdotto il gruppo ai Capitani Reggenti prendendo spunto da molte storie delle recenti olimpiadi per mostrare la bellezza dello spirito umano.

12 settembre 2016

A breve una nuova opera di Antonio Saccà

Grafica a cura di Philly Campagna
Pieter Paul Rubens: Il giudizio di Paride,
versione 1639
Esce a fine ottobre il romanzo filosofico: IL LABIRINTO DI SISIFO. MEMORIE DI UN SUPERUOMO MALINCONICO, Edizioni Artescrittura, Grafica a cura di Philly Campagna. L'Autore, Antonio Saccà, scrive le vicende di un fantomatico Anthony Sacca, Dodicesimo Barone di Munchhausen e pure discendente dei Chisciano ossia Don Chisciotte e di Ammonio Sacca, filosofo antichissimo. Anthony Sacca è ossessionato dalla minimità dell'individuo rispetto al Cosmo e dalla inevitabilità della morte. Senza fede religiosa, a tu per tu con l'ineluttabilità dell’esistenza individuale e mortale, vaneggia una sua dimensione sovraumana, superumana che lo renda immane quanto l’Universo, così risolvendo il sentimento afflittivo di essere un minimo individuo per di più mortale. Le mirabolanti vicende dei suoi antenati, Don Chisciotte e il Barone di Munchhausen assumono in Anthony Sacca un significato non soltanto avventuroso ma lo sforzo di compiere imprese talmente spropositate, al di sopra dello Spazio e del Tempo, da appagargli la scontentezza. Il Romanzo ha svolgimento sussultorio, talvolta Anthony Sacca crede nelle sue illusioni maniacali, talvolta le riconosce vane e scorge la nuda morte e l'insuperabile microscopicità dell'individuo. Un andamento tragico farsesco sulla decifrazione della costituzione individuale di ciascun uomo. Pubblichiamo un brano del Romanzo.
             
IL DODICESIMO BARONE DI MUNCHHAUSEN INCONTRA L'OTTAVO ZARATHUSTRA
L'ultimo incontro fu il più misterioso. Sorpassai ogni limite. Nessuno, da che è comparso l'uomo con le nostre caratteristiche, mi si avvicina. Io sono l’Insuperato, e, di certo, l'Insuperabile. E tuttavia, come narrerò, nembi oscurissimi minacciano il futuro. In un paese che non dico, fatti miei, abitava il Superuomo della specie nietzschiana, superstite unico. La potenza è il suo credo, la pietà la sua

16 agosto 2016

RELIGIONI E SOCIETÀ

di Antonio Saccà

Il contenuto degli articoli dei collaboratori, esprimono il pensiero degli autori e non necessariamente rappresentano la linea editoriale che rimane autonoma e indipendente.

Il mio conoscente iraniano da giorni, lo sento, mi vuole interrogare su questioni ardue, teme di spiacermi, lo capisco, dice: vorrei sapere, avrei da parlare, e si ferma. La domanda, ora che è venuta fuori, questa: Gesù, per i cristiani, spartisce le umane sofferenze con i sofferenti o le rimedia? “Ci indica di aver pietà di chi soffre”, risposi. Pensò, muto, ma scuoteva la testa. “Che c’è, non la convinco?”. “Lei mi ha dato una spiegazione, ma io credevo che Gesù togliesse le sofferenze agli uomini non che desse l'esempio agli uomini ad aver pietà l'uno dell'altro. Questo è soltanto umano non all'altezza del Figlio di Dio!”
[...]
Il mio conoscente iraniano frequenta musulmani e mi dice che se scoprissero che lui non è credente lo estranierebbero dalla comunità. “Sono molto credenti, i musulmani?”, chiedo. Non è sicuro che lo siano, è certo che vogliono apparire credenti. E molti sono fanatici. “Perché sono fanatici?”.  “Perché spesso sono poveri e la sola loro speranza è il Paradiso”. “Anche per i cristiani, c'è il Paradiso!”.

25 luglio 2016

UN Resolution on Global Day of Parents

The Global Day of Parents is observed on the 1st of June every year. The Day was proclaimed by the UN General Assembly in 2012 with resolution A/RES/66/292 and honors parents throughout the world. The Global Day provides an opportunity to appreciate all parents in all parts of the world for their selfless commitment to children and their lifelong sacrifice towards nurturing this relationship. In its resolution, the General Assembly also noted that the family has the primary responsibility for the nurturing and protection of children and that children, for the full and harmonious development of their personality, should grow up in a family environment and in an atmosphere of happiness, love and understanding. The resolution recognizes the role of parents in the rearing of children and invites Member States to celebrate the Day in full partnership with civil society, particularly involving young people and children. 
vedi l'intero servizio dal The Washington Times